Top
  >  Home   >  DESTINAZIONI   >  Italia   >  Sicilia   >  NOTO E DINTORNI: COSA VEDERE NELLA CAPITALE DEL BAROCCO
Noto e dintorni

Noto e i suoi dintorni sono stati la mia prima tappa dell’itinerario della Sicilia Sud-orientale. Ci sono tornata per la seconda volta, perché c’è l’imbarazzo della scelta delle cose da fare e vedere, dall’arte al mare, al buon cibo. È una città che sicuramente non delude e spero che ne resterai anche tu piacevolmente sorpreso.

È stata dichiarata Patrimonio UNESCO nel 2002 e definita Capitale del Barocco, grazie all’importanza architettonica dei sui edifici.

Essendo il comune più grande della Sicilia per estensione, le cose da fare e da vedere sono davvero tante. Ti consiglio di prenderti tutto il tempo necessario per visitare Noto, due giorni dovrebbero essere sufficienti. Ti lascio una lista delle cose più importanti da vedere nel centro storico:

  • CHIESA DI SANTA CHIARA
  • BASILICA DEL SS SALVATORE E TORRE DEL BELVEDERE
  • CHIESA DI SAN FRANCESCO
  • CATTEDRALE SAN NICOLÒ
  • PALAZZO DUCEZIO
  • CHIESA DI SAN CARLO
  • PALAZZO NICOLACI
  • TEATRO COMUNALE
  • CHIESA DI SAN DOMENICO
  • PALAZZO DEL CASTELLUCCIO

NOTO E DINTORNI: ITINERARIO DEL CENTRO STORICO

Inizio la mia visita partendo dalla Porta Reale fatta costruire in onore di Ferdinando II re delle due Sicilie. Varcando la Porta ti renderai davvero conto del perché Noto viene definita la Capitale del Barocco. Di fronte a me il Corso Vittorio Emanuele semi deserto nell’ora più calda della giornata. 

Il sole e il cielo azzurro accentuano ancora di più la coerenza e l’uniformità color miele degli edifici rendendo il tutto ancora più magnifico e imponente.

L’ora della giornata, però, per vivere al meglio Noto è sicuramente il tramonto, quando il cielo sfuma dalle tinte pastello ai toni aranciati, riflettendosi sugli edifici chiari, e trasformando tutto in riflessi oro. 

Via Nicolaci

Passeggiando per il corso non posso fare a meno di camminare con il naso all’insù. Palazzi, chiese, tutte con un impatto davvero scenografico. Sculture che riempiono le facciate, linee curve e sinuose, tantissimi motivi decorativi, un vero e proprio museo del barocco a cielo aperto.

La maggior parte dei monumenti si concentra lungo Corso Vittorio Emanuele, quindi sarà abbastanza semplice visitare questi luoghi.

La prima tappa, assolutamente imperdibile è la Chiesa di Santa Chiara. Secondo me, una tra le più belle a Noto. A pianta ellittica, ti innamorerai dei suoi stucchi e delle sue decorazioni. Con un piccolo contributo avrai la possibilità di visitare l’ex convento e la sua bellissima terrazza. 

Itinerario della Sicilia
Chiesa di Santa Chiara

Avevo già visitato questa terrazza la mia prima volta a Noto e porto ancora un bellissimo ricordo. Ti suggerisco quindi di visitarla in serata. Questa volta invece, ho deciso di vedere Noto dall’alto da un’altra prospettiva, dalla vicina Basilica del SS Salvatore. Al momento non è possibile accedere all’interno della chiesa per via dei lavori di ristrutturazione, ma con un contributo a vostra discrezione, potrete visitare sia autonomamente che con uno dei volontari la Torre del Belvedere. La visita dura circa 15-20 minuti, quindi se hai del tempo da dedicargli ti suggerisco questo breve tour.

Imponente e maestosa domina dall’alto della sua scalinata la Cattedrale di San Nicolò. Purtroppo, di originale è rimasta solo la facciata, il resto è stato distrutto durante il terremoto del 1996 cancellando al suo interno ogni traccia dello spirito barocco.

cattedrale San Nicolò
Cattedrale San Nicolò

Proprio di fronte alla Cattedrale, sorge il Palazzo Ducezio, adesso sede del Comune. Con un biglietto da 2 euro sarà possibile visitare la sala degli specchi e la terrazza.

noto e dintorni
Palazzo Ducezio

Proseguendo la visita difficile non notare via Nicolaci, famosa sia perché a Maggio ospita la celebre infiorata, sia perché c’è uno dei palazzi più scenografici e fotografati di Noto. Putti, leoni, sirene e cavalli ti saluteranno dall’alto. Purtroppo non ho potuto visitare gli interni perché il palazzo era ancora chiuso, quindi mi toccherà tornare a Noto una terza volta. Ti consiglio quindi di controllare tutti gli orari di apertura al pubblico dei vari monumenti prima di partire.

palazzo nicolaci noto e dintorni
Palazzo Nicolaci

Un’altra terrazza per ammirare Noto dall’alto è quella della Chiesa di San Carlo. Bellissimo esempio di architettura barocca, non potrai fare a meno di non notarla quando te la troverai davanti. 

noto e dintorni
Chiesa di San Carlo

Continuando per il corso ultima chiesa degna di nota, posta di fronte al Teatro comunale è la Chiesa di San Domenico. La sua facciata riflette a pieno lo spirito barocco, e ti consiglio di non soffermarti solo all’esterno ma di lasciarti travolgere anche dalla bellezza delle decorazioni e degli stucchi bianchi che si trovano al suo interno.

Noto e dintorni
Interno della Chiesa di San Domenico

Per essere catapultato nel passato, ti consiglio di spingerti fino a Palazzo del Castelluccio. Ti meraviglierai dei suoi bellissimi affreschi e dipinti, delle bellissime sale ricche di oggetti e dei suoi meravigliosi pavimenti, tutto rigorosamente in stile neoclassico.

A 5 minuti in macchina dal centro di Noto, una particolare attenzione la merita anche la Villa Romana del Tellaro con i suoi magnifici mosaici. In questo articolo ti spiego perché e dove ho alloggiato durante la mia visita a Noto e dintorni.

DOVE MANGIARE NEL CENTRO STORICO DI NOTO

A Noto non posso non consigliarti alcuni locali adatti per la cena e per un pranzo veloce.

  • ANCHE GLI ANGELI
  • RISTORANTE MANNA
  • RISTORANTE DAMMUSO
  • TRATTORIA DEL CARMINE
  • ROSTICCERIA PALERMITANA DA ANDREA
  • PANI CUNZATU

NOTO E DINTORNI: LE SPIAGGE

Siamo in Sicilia quindi non si può non andare al mare e vedere le sue bellissime spiagge. A 10/15 minuti di macchina c’è Lido di Noto, con la sua sabbia dorata e il mare azzurro.

Proseguendo lungo la costa se sei amante del mare cristallino e la sabbia bianca un po’ caraibica, ti consiglio la Riserva di Vendicari. I diversi ingressi ti permetteranno di lasciare la macchina nei parcheggi e di proseguire a piedi nei sentieri ricchi di vegetazione verso le spiagge. Le più famose sono la spiaggia di Calamosche, la spiaggia della Tonnara di Vendicari e la spiaggia di San Lorenzo.

Non essendo le prime due spiagge attrezzate, ti suggerisco di portare con te un ombrellone e delle bottiglie d’acqua! 

NOTO E DINTORNI: MARZAMEMI

Marzamemi è un piccolo borgo di pescatori, che vanta una Tonnara tra le più antiche di tutta la Sicilia. Da Noto dista solo mezzora, quindi perfetta se si vuole passare mezza giornata a scoprire questo luogo. È salita alla ribalta negli ultimi anni, grazie alla presenza di numerosi negozietti e ristoranti ricchi di dettagli molto fotogenici che le hanno permesso di fare il giro del mondo.

Tipici locali tra i vicoli di Marzamemi

Devo ammettere che non è proprio la mia meta ideale ma sono stata attratta soprattutto dalla curiosità di scoprire perché Marzamemi è tanto decantata. 

Lasciando la macchina in uno dei 2 parcheggi all’entrata della cittadina, è possibile passeggiare tranquillamente sul lungomare ricco di locali per arrivare fino al porticciolo e di conseguenza alla famosa piazza con le sedie colorate ed i vasi di ceramica. 

Porticciolo dei pescatori

Se vale la pena vedere Marzamemi? Ti risponderei NÌ. Se sei amante dei luoghi molto turistici ed instagrammabili allora si… Se invece questi luoghi non fanno per te e sei alla ricerca di posti che conservano il fascino della Sicilia antica, allora cambia rotta e spingiti fino Pachino o Porto Palo. Forse un po’ troppo osannata per i miei gusti, tutta la sua celebrità si deve soprattutto alle fotografie che girano su internet e sui social. Non a caso ogni angolo è molto fotogenico, ricco di dettagli che si prestano ad una perfetta foto su Instagram.

DOVE MANGIARE A MARZAMEMI

A Marzamemi i locali dove mangiare e bere non mancano, basta solo scegliere quello più adatto ai tuoi gusti. Io posso solo darti alcuni suggerimenti:

  • RISTORANTE CAMPISI
  • TAVERNA LA CIALOMA
  • LICCAMUCIULA
  • DON PEPPINU

Non ti resta che leggere l’itinerario completo della Sicilia Sud-orientale e di prenotare il tuo prossimo viaggio!

Comments:

  • 1 Settembre 2020

    Bramo da un po’ di tempo una visita a Noto, mi affascina la sua architettura barocca! Molto utile il tuo itinerario, lo salvo per una (speriamo a breve) visita in Sicilia!

    reply...

post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.