Top
  >  Home   >  CURIOSITÀ DI VIAGGIO   >  VIAGGIO CULINARIO INTORNO AL MONDO

Quando si viaggia non solo visitiamo luoghi nuovi, ma andiamo anche alla ricerca dei piatti tipici locali. Questa volta vi voglio portare alla scoperta di una nuova esperienza, un piccolo viaggio culinario intorno al mondo, attraverso alcune ricette semplici da realizzare. Visto che dopo questa quarantena siamo diventati tutti un po’ chef, ecco alcune ricette di piatti che sicuramente già conoscete, con ingredienti che probabilmente abbiamo tutti in casa.

MAROCCO

COUS COUS, UN CLASSICO

VIAGGIO CULINARIO INTORNO AL MONDO
Photo credit donnamoderna.com

Il mio ultimo viaggio, mi ha portata alla scoperta del Marocco Centrale e l’emblema dell’arte culinaria marocchina è rappresentata dal cous cous. Il cous cous è una leggera grana a base di semola, talmente versatile che può essere servito con diversi condimenti, dalla carne al pesce alle verdure. Secondo la tradizione marocchina, il cous cous perfetto richiede 7 tipi di vegetali, a scelta di chi cucina.

Preparazione – Iniziate re-idratando il cous cous, aggiungendolo nell’acqua o nel brodo bollente, fino a quando i granuli non si gonfiano. Si lascia riposare qualche minuto e si sgrana con la forchetta. Nel frattempo si può preparare la salsa per condirlo. Rosolate la carne con la cipolla e le spezie, come zenzero in polvere o grattuggiato fresco, un cucchiaino di pepe, uno di paprika dolce e poi un cucchiaino di curcuma. Aggiungete le verdure, iniziando dalle carote, patate zucchine, pomodori, verza e ceci e infine l’acqua.  Una volta terminata la cottura, unite il tutto al cous cous.

FRANCIA

UNA GUSTOSA QUICHE LORRAINE

VIAGGIO CULINARIO INTORNO AL MONDO
Photo credit seasonandsuppers.ca

Chi almeno una volta, andando in Francia non ha assaggiato la Quiche Lorraine? Le quiche sono torte salate tipicamente francesi, composte dalla pasta brisée e da un ripieno a piacere, di cui fanno parte sempre le uova e la panna. In origine era un piatto preparato essenzialmente in campagna, come sostituto del pane quando la padrona di casa non aveva il tempo di prepararlo. Elementi essenziali della quiche lorraine sono l’uovo, che amalgama gli ingredienti, e la panna, anche se la tradizione vorrebbe l’utilizzo della crème fraîche, aromatizzata al momento con pepe macinato e un pizzico di sale.

Preparazione – Preriscaldare il forno a 180 gradi e adagiate la pasta brisèe nella pirofila, io di solito compro quella già pronta per fare prima. In una ciotola grande, sbattere 2 uova e aggiungete il sale, la panna o la crème fraiche, la pancetta tagliata a quadretti e la groviera grattugiata. Versate il composto sulla pasta. Spargete sul ripieno il formaggio gruyère o il parmigiano grattugiato per creare una crosticina e  cuocete da 30 a 45 minuti. Una variante che ho provato a fare a casa e che vi consiglio è con uova, ricotta, crema di zucca e zucchine.

NEW YORK

UNO SFIZIOSO CLUB SANDWICH

Questo viaggio culinario intorno al mondo, mi riporta con la mente a New York. La sua preparazione è ideale per un pranzo veloce e sfizioso, ottimo sostituto del classico toast. 

Preparazione – Per preparare un Club Sandwich occorrono 3 fette di pane per tramezzini appena tostate e spalmate con un velo di maionese. Disponete a strati gli ingredienti del ripieno, una foglia di insalata, una frittata sottile e una fetta di pollo o di tacchino alla piastra. Dopo aver posizionato seconda fetta di pane si procede con il secondo strato a base di prosciutto cotto, formaggio, bacon leggermente abbrustolito in padella e una fetta di pomodoro e per finire la terza e ultima fetta di pane. Adatto a qualsiasi personalizzazione, perfetto anche con la variante al salmone e avocado.

HAWAII

UN SALUTARE POKÈ BOWL

VIAGGIO CULINARIO INTORNO AL MONDO
Photo credit cucchiaio.it

Restiamo in America e voliamo alle Hawaii. La Pokè Bowl è diventata negli ultimi anni un foodtrend anche in Italia. Facile da preparare, è un piatto ricco e salutare. L’origine di questo piatto si deve all’abitudine dei pescatori delle Hawaii di consumare pesce crudo tagliato a cubetti direttamente sulle barche, come spuntino veloce. In seguito, il Poke è entrato nei menù dei ristoranti con l’aggiunta di ingredienti e condimenti.

Preparazione – Gli ingredienti posso variare ma devono esserci sempre degli elementi base: una fonte di carboidrati (riso basmati, riso integrale o quinoa), un alimento proteico (salmone, tonno, gamberi, polipo o tofu), il condimento (salsa di soia, olio di sesamo, wasabi, teriyaki…) e il topping (edamame, zenzero,cavolo viola, avocado, mango, ananas, wakame, tobiko…). Per prepararlo, il pesce deve essere precedentemente marinato in salsa di soia e/o olio di sesamo, sale marino e cipolla/erba cipollina per poi essere servito tagliato a pezzettini. Tutti gli elementi vengono adagiati su una base di riso, senza però essere mescolati tra loro.

MEDIO ORIENTE

BABAGANOUSH, UN CREMOSO ANTIPASTO

Questa volta voliamo con la mente in Medio Oriente, in uno dei posti della mia Travel Wishlist, la Giordania. Il Babaganoush è di origine libanese ma ormai ha preso piede in molte ricette dell’intero Medio Oriente e del Nord Africa. Questa salsa composta da polpa di melanzane, è facile da realizzare ed ottima come antipasto o per accompagnare dei secondi piatti.

Preparazione – Cuocete le melanzane intere in forno caldo a 200°C per circa 20 minuti, fino a quando non saranno morbide. Una volta che le melanzane sono cotte, separate la polpa dalla buccia e unitela nel frullatore al sale allo spicchio d’aglio, il succo di mezzo limone, mezzo cucchiaino di cumino e all’olio d’oliva. Frullate il tutto e lasciate riposare una mezz’ora in frigo. La ricetta originale richiede anche la tahina, crema di sesamo, in alternativa, se volete, potete aggiungere dello yogurt greco.

SPAGNA

TORTILLA DE PATATAS, PIACE SEMPRE A TUTTI

Uno dei piatti che adoro mangiare ogni volta che vado in Spagna è la Tortilla, simbolo della tradizione culinaria iberica e non poteva mancare in questo viaggio culinario intorno al mondo. Estremamente facile da preparare è equiparabile ad una frittata di patate più alta e gustosa. La tortilla de patatas può essere consumata sia come secondo piatto ma anche come tapas.

Preparazione – Sbucciate e tagliate le patate a fette spesse un paio di millimetri e 1 cipolla. Scaldate in una padella antiaderente l’olio d’oliva e cuocete la cipolla e le patate per circa 20-30 minuti, fino a quando non si ammorbidiscono. Sbattete 5-6 uova grandi in una ciotola a parte e conditele con sale e pepe. Versate le patate e le cipolle all’interno di una ciotola capiente, lasciate raffreddare leggermente ed aggiungete le uova sbattute. Versate il composto nella padella e fate cuocere la tortilla 5 minuti circa per lato.

CAMPANIA

UN BUON PIATTO DI SPAGHETTI ALLA NERANO 

spaghetti alla nerano
Photo credit scattigolosi.com

Semplice e gustosa, questa ricetta vi porterà in Campania. Per ora è il clima giusto per immaginare di essere in una delle bellissime terrazze della Costiera Amalfitana o in pieno centro a Napoli.

Preparazione – Iniziate lavando e tagliando le zucchine a rondelle sottili. Fatele dorare in abbondante olio, quindi riponetele su carta assorbente da cucina in modo da eliminare l’olio in eccesso e aggiungete delle foglie di basilico. Nel frattempo inserite gli spaghetti in acqua bollente e salata. Mettete lo spicchio d’aglio a soffriggere in una padella. Successivamente eliminatelo e sostituitelo con le zucchine e il basilico. Fate andare a fuoco basso per qualche minuto. Scolate gli spaghetti quando sono ancora leggermente al dente e, conservando un bicchiere d’acqua di cottura salata, aggiungeteli nella padella con le zucchine e gli altri ingredienti, dove concluderanno la cottura. Grattugiate il Provolone del Monaco, aggiungetelo in padella e unite, a poco a poco, l’acqua di cottura per mantecare gli spaghetti, fino a quando non formeranno una cremina.


Comments:

  • 7 Ottobre 2020

    Quando si tratta di mangiare io sono sempre pronta. 🤣 Tra questi piatti ho già assaggiato il cuscus preparato da una mia amica del Marocco e la quiche. Entrambi squisiti! 😋

    reply...
  • 8 Giugno 2020

    Un viaggio senza la scoperta dell’aspetto culinario non può dirsi completo. Se doveste andare in Scozia, non perdetevi l’haggis!!!

    reply...

post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.