Top
  >  #InsolitArtITALIA   >  MATERA INSOLITA: GUIDA ALLA STREET ART
street art matera

Se pensi a Matera, cosa ti viene in mente? I sassi, le chiese rupestri, i peperoni cruschi? Mi dispiace deluderti ma di queste cose te ne parlerò un’altra volta. Oggi ti porto a fare un tour alternativo, alla scoperta di Matera insolita, una Matera che non ti aspetti, all’insegna della street art!

Nessuno pensa mai a Matera come una città dall’animo contemporaneo. In realtà non è solo chiese barocche, case costruite nel tufo e vicoletti labirintici, ma nasconde tra le sue vie delle opere da custodire

Dal 2015 e grazie anche alla nomina poi nel 2019 a Capitale Europea della Cultura, una serie di interventi artistici hanno conferito un’immagine diversa a Matera, creando un nuovo modo di vivere la città e soprattuto le periferie.

L’arte urbana ha fatto sì che Matera non fosse solo la Città dei Sassi ma ha mutato i suoi confini e ridefinito gli spazi, creando un percorso turistico alternativo della città e del territorio lucano, raccontando un itinerario legato all’arte contemporanea e all’arte urbana. 

Lo scopo di quest’iniziativa è quello di mettere in luce la potenza di questo linguaggio artistico, e di avvicinare e mettere in relazione due mondi completamente opposti, il contemporaneo e l’antico. Una vera e propria contrapposizione tra i colori forti e vivaci del mondo urbano e delle periferie con un luogo rimasto immutato nel tempo.

Nel corso di tutti questi anni, a regalare un valore aggiunto all’ambiente urbano lucano sono stati diversi artisti dal calibro internazionale. Tra questi spiccano i nomi di Jorit, Momo, Mister Thoms, Ligama, Chekos

MATERA INSOLITA: QUALI OPERE NON PERDERE

Questa volta il mio consiglio è quello di prendere l’auto per poter raggiungere al meglio i vari punti d’interesse.

Dopo un tour nella Città dei Sassi, ci dirigiamo verso Matera nuova, la Matera lontana dai classici giri turistici.

LIGAMA BREATH E LUCA BIA E FRENK TONNO DALLA BRUNA ALLA LUNA

ligama breath street art matera

Prima tappa del nostro itinerario all’insegna di Matera insolita parte dal Parcheggio di via Vena. Impossibile non notare sulla facciata l’opera “Breath” dell’artista catanese Ligama. All’interno del parcheggio invece troverai i murales “Dalla Bruna alla Luna” di Luca Bia e di Frenk Tonno.

murales matera

GIORGIO BARTOCCI – Languages 

All’interno del Parco Papa Giovanni Paolo II, Giorgio Bartocci ha realizzato “Languages” durante gli eventi di Matera 2019 per il progetto OpenPlayfulSpace un’opera site specific sulle scalinate del parco.

JORIT – Yvan Sagnet

In Via Cappuccini, vicino al Liceo Artistico Carlo Levi, per il progetto Icone per il futuro del 2019, lo street artist Jorit ha realizzato insieme agli studenti del liceo il volto di Yvan Sagnet, diventato icona per il futuro grazie alla sua storia e all’impegno che ha dimostrato. Yvan Sagnet infatti è partito dal Camerun ed è arrivato in Italia, è stato vittima di schiavitù e grazie all’impegno civile e alle manifestazioni contro la sua condizione e a quella di molti ragazzi stranieri, ha portato all’approvazione della Legge contro il Caporalato. 

MISTER THOMS E NICO SKOLP

Sempre per il progetto OpenPlayfulSpace in Piazza degli Olmi puoi vedere le opere di Mister Thoms e Nico Skolp in collaborazione con i ragazzi della scuola media che ha sede in quel quartiere e ai ragazzi dell’Istituto Bramante. L’obiettivo era quello di riqualificare i luoghi di ritrovo dei ragazzi attraverso progetti d’arte e sportivi.

MATERA INSOLITA: TOUR DI VIA SARAGAT

Tra via Saragat e via Einaudi troverai i primi murales realizzati nel 2015 per il progetto Street Art Matera. Gli artisti coinvolti sono Chekos e Nico Skolp, Purè, Gods in love, Antonio Poe, Patrizia Mastrapasqua.

MOHAMED L’GHACHAM – INTORNO AL TAVOLO

Una delle ultime opere realizzate a Matera è quella di Mohamed L’Ghacham per il progetto Ubuntu-Arte pubblica in tour. Intorno al tavolo” è un’opera straordinaria che racconta di condivisione e accoglienza, la rappresentazione di un momento intimo e quotidiano in cui si incontrano differenti generazioni. Troverai l’opera in via Peucezi 97.

matera insolita guida alla street art

LUIS GOMEZ – Corpus Homini

Di grande impatto l’opera di Luis Gomez “Corpus Domini” in via Croce, 7 con l’iconica immagine dei piedi inchiodati di Cristo.

matera guida alla street art

Chekos e Nico Skolp 

In via Sallustio per il progetto di riqualificazione urbana della zona del centro commerciale, gli street artists pugliesi Chekos e Skolp hanno realizzato due opere completamente differenti e di impatto, sulle facciate di due palazzine identiche.

MATERA INSOLITA: LA STREET ART DEL MERCATO ORTOFRUTTICOLO

Passeggia tra le bancarelle del Mercato ortofrutticolo di Piccianello e le Botteghe e divertiti a cercare tutte le opere realizzate nel 2016 dagli artisti Diavù, Luca Bia, Ironmould, Gods in love, Rizek, Frenk Tonno, Purè, Emmeù, Danilo Barbarinaldi, Gianfranco Barbarinaldi.

MOMO – L’utopia dell’arte pubblica – MOMO meets the children

Un’altra opera molto interessante e sicuramente da non perdere è quella dell’artista di San Francisco MOMO “L’utopia dell’arte pubblica – MOMO meets the children”. Si trova in via Greco su una parete dell’Istituto Comprensivo Bramante e realizzata in collaborazione con i ragazzi dell’istituto e al polo museale regionale della Basilicata.

matera guida alla street art

ROUGE – LA DEA BENDATA

Nel quartiere San Pardo, in via Leonardo da Vinci, non perderti l’opera realizzata da Rouge nel 2019 “La Dea Bendata”.

la dea bendata street art matera

Spero che questo itinerario all’insegna della street art di Matera ti sia piaciuto, quindi ti chiedo… Sei pronto a stravolgere i tuoi piani di viaggio e di visitare la Città dei Sassi in maniera completamente insolita?

Se ti interessano altri itinerari alternativi li puoi trovare nella rubrica #InsolitArtITALIA!

Comments:

  • 13 Febbraio 2022

    Non conoscevo Matera da questo punto di vista! Penso che chi la visita per la prima volta senza potersi soffermare più giorni si limita agli aspetti principali. Buono a sapersi

    reply...
  • 11 Febbraio 2022

    Che belli che sono questi palazzi dipinti così! Sembrano riprendere nuova vita e nel contempo rivitalizzano la periferia di Matera!
    Molte delle opere che vedo qui, tre anni fa non c’erano! E pensa che l’auto l’avevamo parcheggiata proprie nelle vie che hai indicato! Comunque appunto la cosa, e la prossima volta che ci vado, non me li perdo sicuramente! Grazie

    Mimì

    reply...
  • 11 Febbraio 2022

    Ultimamente sto incentrando le mie uscite del fine settimana proprio sui borghi caratterizzati da murales… siamo stati a Sant’Angelo di Roccalvecce e ci è piaciuto moltissimo. Vedo che anche Matera non è da meno. Devo subito organizzare una visita!

    reply...

post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.