Top
  >  Home   >  DESTINAZIONI   >  America   >  WASHINGTON, I MIGLIORI MUSEI DA VEDERE IN 3 GIORNI

Durante il mio soggiorno a New York, ho deciso di dedicare una visita alla Capitale degli Stati Uniti d’America. Washington è una città affascinante con edifici rigorosamente bianchi in stile neoclassico ed ampi spazi verdi. Per visitare tutte le attrazioni principali servono almeno 2 – 3 giorni.

I MIGLIORI MUSEI E MONUMENTI DA VEDERE A WASHINGTON IN 3 GIORNI

La scelta dei musei e monumenti iconici, la maggior parte ad entrata gratuita, è vasta ed impressionante. Ma vediamo nel dettaglio quali scegliere.

Il National Mall è forse uno dei viali più famosi al mondo, che si sviluppa per 3 km dal Capitol fino al Lincoln Memorial. Tappa obbligatoria quando si va a DC, perché lungo il suo percorso si trovano tutti i musei e i monumenti più importanti della città, come la Casa Bianca, il Campidoglio e il Lincoln Memorial.

washington in 3 giorni - national mall
National Mall – © AP

Il Campidoglio è il palazzo del Congresso americano, situato in cima a una collina che domina il Mall, dove ogni quattro anni si tiene la cerimonia di insediamento del Presidente degli Stati Uniti. E’ possibile organizzare una visita gratuita per vedere gli interni della durata di circa 40 minuti. Vi consiglio di prenotare in anticipo la visita attraverso il sito ufficiale. Per motivi di sicurezza sarete sottoposti a controlli, quindi state attenti a cosa portate nello zaino. Non sono ammesse, infatti, bibite e cibo di qualsiasi tipo.

washington in 3 giorni - campidoglio
Campidoglio – © AP

Un edificio che a mio parere non dovete perdere assolutamente è la Libreria del Congresso, considerata la biblioteca più grande al mondo. Non mancate di vedere la Bibbia di Gutenberg e la biblioteca di Jefferson, oltre ad ammirare i meravigliosi soffitti e dipinti della Great Hall. L’ingresso è gratuito e gli orari di apertura sono dalle 8.30 alle 16.30 dal lunedì al sabato.

washington in 3 giorni - libreria del congresso
Soffitti della Libreria del Congresso – © AP
washington in 3 giorni - libreria del congresso
Libreria del Congresso – © AP

Sempre nella zona di Capitol Hill, vicino al Campidoglio e alla Libreria, trovate anche lo United States Botanic Garden. Essendo un’appassionata di giardini botanici non potevo farmeli scappare. Non menzionato nelle guide, si tratta di un giardino botanico al coperto di dimensioni contenute, ma che comunque merita una visita, anche veloce. Ovviamente l’ingresso gratuito.

washington in 3 giorni - botanic garden
United States Botanic Garden – © AP
washington in 3 giorni - botanic garden
United States Botanic Garden – © AP

Continuando la vostra passeggiata lungo il National Mall, se siete appassionati di arte, dedicate una visita alla National Gallery of Art. Divisa in due aree, arte moderna da un lato e dal medioevo al Rinascimento dall’altro. Il museo è aperto tutti i giorni da lunedì a sabato 10 -17 e domenica 11-18. Inutile dirvi che l’entrata è gratuita.

washington in 3 giorni - national gallery of art
National Gallery of Art – © AP
washington in 3 giorni - national gallery
National Gallery of Art, autoritratto di Van Gogh – © AP

Dietro alla National Gallery, se siete amanti della storia americana trovate il National Archives Building. Qui sono conservati ed esposti al pubblico quei documenti che hanno fatto la storia americana come la Dichiarazione di Indipendenza, la Costituzione e la Carta dei Diritti.

Vedere la Casa Bianca vi lascerà un po’ delusi, sia perché è più piccola di quello che immaginate sia perché vi dovete accontentare di vederla soltanto da fuori.

washington in 3 giorni - white house
White House – © AP

Al centro del National Mall, impossibile non notare il Washington Monument, obelisco che con i suoi 169 metri d’altezza permette di ammirare dall’alto tutta la città. Purtroppo nel periodo in cui sono stata qui, la salita era inagibile a causa di lavori. E’ possibile però prenotare in anticipo la visita sul sito ufficiale.

washington in 3 giorni -
Washington Monument – © AP

Superato l’obelisco si arriva al National World War II Memorial, struttura a semicerchio che con i suoi 56 pilastri di granito rappresenta gli stati e i territori americani, mentre i due archi di trionfo posti all’estremità rappresentano i due teatri di guerra del Pacifico e dell’Atlantico. Continuando si arriva alla famosa e fotogenica Reflecting Pool. Se riuscite ad andare al tramonto, sedetevi sugli scalini del Lincoln Memorial, celebre sia per la statua di Lincoln al suo interno, sia per gli scalini sui quali venne pronunciato il celebre discorso di Martin Luther King “I have a dream”.

washington in 3 giorni
National World War II Memorial – © AP

Se non siete stanchi potete proseguire verso il Franklin Delano Roosevelt Memorial, la passeggiata, che costeggia il lago, sarà molto rilassante e suggestiva tra cascate e statue che narrano gli anni al potere del Presidente. Come ultimo sforzo, terminate il vostro giro al Jefferson Memorial, monumento in onore del terzo Presidente.

washington in 3 giorni - Roosevelt
Franklin Delano Roosevelt Memorial – © AP
washington in 3 giorni - Jefferson
Jefferson Memorial – © AP

Se siete dei “camminatori professionisti” e volete continuare la vostra passeggiata, potete attraversare a piedi l’Arlington Memorial Bridge per arrivare al famoso Arlington National Cemetery. Se come me, invece, state seduti tutto il giorno davanti la scrivania e decidete di visitare Washington in pieno Agosto, vi suggerisco di prendere la metro. Non vi troverete davanti ad un classico cimitero ma ad un luogo immenso e ricco di pace che vi lascerà un senso di sgomento. Vi consiglio quindi di munirvi di mappa presso il Visitor Center ed iniziate a girare. L’Arlington è visitabile a piedi oppure attraverso un trenino a pagamento. Aperto dalle 9 alle 19, ingresso gratuito.

washington in 3 giorni - arlington
washington in 3 giorni - arlington
Arlington National Cemetery – © AP

Un altro museo che non dovete perdere è il Reynolds Center for American Art and Portraiture, che ospita, all’interno di una bellissima struttura, la collezione d’arte americana e d’arte moderna del Novecento. Aperto dalle 11.30 alle 19, ingresso libero.

washington in 3 giorni - museum
washington in 3 giorni - museum
Reynolds Center for American Art and Portraiture – © AP

Georgetown è il quartiere che per la sua atmosfera mi è piaciuto di più. È la zona dove vivono numerosi studenti che frequentano uno degli atenei più famosi della nazione: la Georgetown University. E’ il quartiere degli edifici, delle ville eleganti e dei negozi alla moda. Se vi trovate da queste parti fate una sosta da Georgetown Cupcake, ci sarà sicuramente la fila ma ne varrà la pena. 

washington in 3 giorni - georgetown

Se vi rimane del tempo libero e siete appassionati di mercatini vintage, non dimenticatevi di fare un giro all’Eastern Market, che oltre a vendere prodotti alimentari, nel weekend ospita anche il Flea Market.

washington in 3 giorni - market
Eastern Market – © AP

Fate un giro veloce al Ford’s Theatre, dove venne assassinato Abraham Lincoln, e a Chinatown, solo per fare una foto al Friendship Arch.

washington in 3 giorni - chinatown
Friendship Arch, Chinatown – © AP

Per le 2 notti a Washington ho soggiornato presso The Line Hotel DC. La struttura dell’hotel, ricavata da una vecchia chiesa neoclassica, è estremamente curata con arredi e ambienti di design. The Line è nel quartiere di Adam Morgan, un po’ distante dalle attrazioni principali ma facilmente raggiungibile grazie ai bus o alla metro. È un quartiere che prende vita soprattutto di sera, grazie ai numerosi ristoranti e locali notturni. Se passate da qui fermatevi a fare colazione o merenda da Trist, assolutamente consigliato.

washington in 3 giorni - the line hotel
The Line Hotel – © AP
washington in 3 giorni -
Colazione da Trist – © AP

Comments:

post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.