Top
  >  Home   >  DESTINAZIONI   >  Europa   >  QUATTRO GIORNI A SIVIGLIA: COSA VEDERE

Siviglia è una di quelle città che da sempre mi ha affascinato. Non a caso in Spagna si dice “Quien no ha visto Sevilla, no ha visto maravilla” , chi non ha visto Siviglia, non ha visto meraviglia. La parola d’ordine per scoprire cosa vedere a Siviglia è passeggiare, da sempre il modo migliore per vivere i luoghi che si visitano. A Siviglia si vive un’atmosfera frizzante e allo stesso tempo rilassata. È una città alla portata di tutti che riesce a farti sentire a casa. Ogni piazza, ogni via, ogni palazzo è di una bellezza disarmante.

COSA VEDERE A SIVIGLIA

Semplice da raggiungere dall’aeroporto, grazie al bus linea EA che si trova davanti alla porta d’uscita dei terminal. Il biglietto è acquistabile direttamente a bordo al costo di 4€.

LA CATTEDRALE – Considerata la chiesa gotica più grande del mondo. Percorrendo le immense navate, perdetevi ad osservare le numerose opere d’arte custodite al suo interno. Il giro termina con la salita alla torre campanaria della Giralda. Bisognerà percorrere 34 rampe che vi porteranno in cima, per ammirare dall’alto tutta la bellezza di Siviglia. L’entrata è a pagamento al costo di 9€ e comprende la visita della Cattedrale, della Giralda e Iglesia del Salvador. Se andate nei periodi di maggior affluenza e non avete voglia di fare la fila, vi consiglio di acquistare il biglietto online.

Soffitti della Cattedrale – © AP
Interno della Cattedrale – © AP
Iglesia del Salvador – © AP

REAL ALCAZAR – Non potete andar via da Siviglia senza aver visitato il suo Palazzo Reale. Inserito dall’UNESCO nella lista dei siti Patrimonio dell’Umanità insieme alla Cattedrale e all’Archivio de Indias, è una perla dell’architettura mudejar. Visitare l’Alcazar significa prendere parte ad un percorso guidato attraverso i suoi principali elementi, tra patii, palazzi e stanze lussureggianti e un meraviglioso giardino. Gli orari d’apertura sono da lunedì a domenica dalle 09:30 alle 17:00 – durante il periodo invernale e fino alle 19 nel periodo estivo. Vi suggerisco di comprare il biglietto in anticipo.

cosa vedere a Siviglia
Real Alcazar – © AP
Giardino Real Alcazar – © AP
Real Alcazar – © AP
Plaza de Espana – © AP

PLAZA DE ESPANA– All’interno del Parque de Marìa Luisa, Plaza de Espana è considerata uno dei simboli della città. Potete vederla al mattino, al tramonto, la sera o di notte, rivelerà sempre la sua magia. A forma semi-circolare e attraversata da un canale, rappresenta l’abbraccio della Spagna alle sue colonie. Se vi rimane del tempo vi consiglio di fare un giro nel canale con la barca a remi, sarà un modo simpatico di vivere la piazza in maniera diversa e ammirarla da altri punti di vista.

Plaza de Espana – © AP
Plaza de Espana – © AP
Plaza de Espana – © AP
Plaza de Espana vista dalla barca a remi – © AP
Museo de Arte y Costumbres Populares – © AP

BARRIO DE LA MACARENA – Quartiere più popolare e meno turistico rispetto ad altri, non mi ha entusiasmata molto. Oltre al Metropol Parasol e Palacio de Las Duenas (purtroppo non sono riuscita ad entrare ma se avete abbastanza tempo fateci un salto) che si trovano nella parte più settentrionale del quartiere, le uniche cose che mi sento di consigliarvi sono la Basilica, dedicata alla Madonna più venerata dalla Spagna che dà il nome a questo quartiere, e il Mercado de la Feria, dove fare una sosta per assaggiare piatti tipici cucinati al momento.

Basilica della Macarena – © AP

METROPOL PARASOL – Chiamata anche Las Setas per via della sua strana struttura a fungo, è la costruzione in legno più grande al mondo. In contrasto con l’architettura della città, regala una vista panoramica a 360° sui tetti di Siviglia. Tornassi indietro la ripercorrerei al tramonto. Il biglietto per il Mirador è di 3€ e la fila è abbastanza scorrevole. Aperto tutti i giorni dalle 9.30 alle 23.

Metropol Parasol – ©AP

BARRIO SANTA CRUZ – Passeggiare senza meta nel caratteristico Barrio Santa Cruz è il modo migliore di scoprire la zona. È qui che si respira la vera atmosfera andalusa, grazie alle piazze con giardini e fontane, case con patii decorati da azulejos, balconi fioriti e numerosi vicoletti. Sono sicura che ve ne innamorerete. Vi suggerisco di andare a vedere l’Hospital de los Venerables, che si è rivelata un’ottima scoperta. Gli orari di apertura sono dalle 10 alle 14 e dalle 16 alle 20. Il biglietto costa 8€.

Sacrestia all’interno dell’Hospital de los Venerables – © AP
Hospital de los Venerables – © AP
Hospital de los Venerables – © AP

TRIANA – Separata dal centro città, al di là del fiume Guadalquivir, merita una visita di qualche ora. Ricca di localini e di laboratori di ceramica, fermatevi al Mercado de Triana,  mercato coperto, ricco di prodotti alimentari locali, da acquistare o da mangiare direttamente sul posto. Le bancarelle del mercato sono aperte dal lunedì al sabato dalle 9 alle 15.

Dettaglio di un edificio del quartiere Triana – ©AP
Siviglia vista dal Ponte di Isabel II – ©AP

PLAZA DE TOROS DE LA MAESTRANZA – Premettendo che non condivido questo genere di spettacoli che si tengono durante il periodo estivo, è comunque considerata una delle più importanti arene al mondo. Sono riuscita a vederla solo da fuori, per mancanza di tempo. Se avete intenzione di fare una visita all’interno, gli orari di apertura sono dalle 9.30 alle 19 nel periodo invernale e fino alle 21 nel periodo estivo. Il costo è di 8€.

Ingresso per Plaza del Toros – ©AP

Siviglia è talmente ricca di arte e architettura che probabilmente 4 giorni non bastano. Se vi avanza del tempo fermatevi a guardare uno spettacolo di flamenco alla Casa de la Memoria.

Vi consiglio anche di entrare  in queste case-museo: Palacio de la Condesa de Lebrija (mi dispiace aver visitato solo il piano terra), Casa de PilatosPalacio de Las Duenas. Non mancate di entrare nelle varie chiese che trovate lungo il vostro tragitto, resterete estasiati per la ricchezza artistica che troverete all’interno. Ricordatevi di passare anche dalla Plaza del Cabildo, proprio dietro la Cattedrale, farete delle foto molto instagrammabili.

Palacio de la Condesa de Lebrija – © AP

DOVE MANGIARE

El Riconcillo – Mangiare delle tapas qui è d’obbligo, soprattuto perché si dice che fu proprio questo locale, fondato nel 1670, ad inventarle. Non spaventatevi della folla, fatevi largo e troverete sicuramente un posto anche al bancone. Calle Gerona, 40, 41003 

Casa Romàn – Nel cuore del Barrio di Santa Cruz, questo locale tradizionale offre tapas e dell’ottimo jamon iberico. Plaza Venerables, 1, 41004 

Casa Romàn -© AP

Sal Gorda – Se non volete mangiare le classiche proposte di tapas ma piattini più innovati ed elaborati, provate questo locale vicino la Cattedrale con servizio rapido.  Calle Alcaicería de la Loza, 17, 41004

Bar Catedral Sevilla – Tapas bar turistico, offre un’ampia scelta di piatti abbondanti da condividere. Calle Mateos Gago, 5, 41004 

Hotel Eme Catedral – Salite sulla terrazza di questo hotel, vi troverete davanti una location perfetta per chi vuole prendere un cocktail con vista sulla Giralda. Calle Alemanes, 27, 41004 

Hotel Eme Catedral – © AP

Altri locali consigliati:

  • Casa Robles
  • Casa Morales
  • La Azotea
  • Mercado Lonja del Barranco
  • Las Teresas
  • Purapacea (ideale per un cocktail con vista sull’Ayuntamiento)

Se siete alla ricerca di altre destinazioni in Europa cliccate qui.

Comments:

  • 24 Luglio 2020

    Prima o poi riuscirò ad andare a Siviglia, ma finora ho sempre trovato dei voli troppo cari nei ponti festivi, che sono l’unica occasione in cui posso viaggiare. Mi piacerebbe in particolare trovarmi lì durante il Carnevale, ci dev’essere un’atmosfera unica! Intanto me la gusto attraverso le tue foto, che mi confermano che vale assolutamente la pena visitarla.

    reply...
  • 10 Giugno 2020

    Sono stata a Siviglia tanti anni fa per lavoro e ho avuto un solo giorno a disposizione da dedicare alla città perché per il resto del tempo ero chiusa in una sala conferenze. Ma il poco che ho visto, a distanza di anni lo ricordo ancora benissimo perché gli spagnoli hanno proprio ragione a dire che questa città è una meraviglia. Ne ho amato l’architettura, l’atmosfera, il clima… e non parliamo poi del cibo!

    reply...
  • 9 Giugno 2020

    Ho adorato questa città e resta tuttora una delle mie mete preferite in Europa. Per non parlare della vast scelta di tapas bar: alcuni di quelli che hai elencato li ho provati e mi trovi d’accordo, non mi resta che testare gli altri non appena tornerò!

    reply...
  • 5 Giugno 2020

    Che spettacolo Siviglia! Vorrei proprio visitarla… e le tue bellissime foto mi hanno fatto venire ancor più voglia di vederla. Appena possibile, questo viaggio devo organizzarlo😉

    reply...

post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.